EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

chi è Luoghi di Tango

Enza Stagnini

Nata a Messina, architetto, nel 2004 si trasferisce a Milano, dove attualmente vive.
Nel 1998 comincia a studiare Tango e - nel tempo - partecipa a Festival, Seminari e Lezioni - in Italia ed all’estero - con: Victoria Arenillas, Alejandro Aquino e Angelica Grisoni, Guillermo Salvat e Sylvia Grynt, Anna Maria Ferrara e Salvatore Esposito, Walter Cardoso e Silvana Capra, Chicho Frumboli, Tete e Rosanna Remòn, Margarita Klurfan e Walter Cardoso, Milena Plebs e Ezequiel Furfaro, Gustavo Naveira e Giselle Anne.
Nel 2003 conosce Osvaldo Roldàn e lo sceglie come Maestro. Inizia così un nuovo percorso didattico e culturale. Legge e studia di Tango – storia, cinema e letteratura - viaggia a Buenos Aires, partecipa a lezioni con Maria Plazaola, Pocho Pizarro, Cacho Dante, Rosanna Devesa; con Carlos Gavito e Maria Plazaola, Susana Miller, Osvaldo Roldàn e Anna Maria Ferrara, Ana Maria Schapira, Carina Calderon, Osvaldo Natucci, Juan Manuel Suarez, Gladys Fernandez.
Segue da vicino l’attività didattica e artistica di Osvaldo Roldàn, ne apprezza la ricerca linguistica ed interpretativa del Tango contemporaneo all’interno del panorama internazionale.
Viene in contatto con autori del calibro di Rafael Flores Montenegro, che invita più volte ad eventi in Italia. Incontra scrittori, musicisti e attori che accrescono la sua conoscenza di cultura tanguera ed il suo entusiasmo per l’indagine intellettuale che da anni svolge intorno al Tango.
Nel 2007 viene invitata da ‘Tangoy, Milano’ ad occuparsi - tra l’altro - della Sezione Eventi (culturali, didattici, d’intrattenimento) come co-Direttore Artistico. La collaborazione si conclude nel Settembre del 2012.
Nel maggio 2009, visto il suo interesse per la divulgazione del Tango non soltanto come ballo sociale ma come forma d’arte, costituisce l’Associazione culturale ‘Luoghi di Tango’ con l’intento di diffondere la cultura del Tango con eventi culturali, didattici, d’intrattenimento.
Sceglie come maestri dell’associazione Osvaldo Roldàn ed Anna Maria Ferrara.
Nel 2009 - come assistente - affianca Osvaldo Roldàn nei corsi di Tango tenuti dal maestro a Parma.
Nel 2012 continua l’attività di direzione artistica con l’evento Divino Abbraccio, 3-6 gennaio 2013, Finis Africae, Senigallia, di cui cura anche l’organizzazione. In occasione di questo evento, oltre che l’esibizione e le lezioni con Osvaldo Roldàn e Anna Maria Ferrara, propone ‘Il Laboratorio’ - con Rafael Flores, Monica Maria Fumagalli, Osvaldo Roldàn - incontro mutidisciplinare dentro il tango, dentro un racconto ed un viaggio nei suoi aspetti tecnici e coreografici ma anche storici e poetici.
Dal 2013 condivide la direzione artistica con Osvaldo Roldàn ed Anna Maria Ferrara per le due edizioni di ‘Tango, mi Amor!’ , 3-5 gennaio 2014 e 3-5 gennaio 2015, alla Fortezza Viscontea di Cassano d’Adda (MI), dove propone Fabrizio Pieroni per un concerto di piano solo, Paolino Fierro per una charla sui ‘maestri’ di Ariel Ardit, e quindi la proiezione di Ariel Ardit ‘A los cantores’ video del concerto al Teatro N/D Ateneo, Buenos Aires, data unica 30/4/2010.
Sempre nel 2013 inizia una collaborazione con il maestro Osvaldo Roldàn, nella veste di coordinatrice della scuola a Milano.
Nel 2015 – come assistente - riprende la collaborazione con il maestro Osvaldo Roldàn in alcuni dei corsi tenuti dal maestro a Milano. Cura l’organizzazione di Seminari di Tecnica con i Maestri e Musicalità (Fabrizio Pieroni, Alejandro Fasanini. Organizza ‘Matinèe’ e ‘Una Fiesta Mas’.
Dal 2009 durante le vacanze estive organizza viaggi-studio per un pubblico nazionale ed internazionale, in location di straordinaria bellezza che dedicano al Tango ‘Luoghi’ di forte connotazione storica o paesaggistica, Brucoli, Palinuro, Lipari.
Il Tango rimane sempre una sua passione. Lo studio - vissuto oltre che come apprendimento di una danza anche come mezzo per avvicinarsi e scoprire una cultura - e i frequenti viaggi a Buenos Aires hanno sempre alimentato la sua curiosità intellettuale, la creatività organizzativa ed il talento aggregativo. Oggi infatti, si trova sempre più interessata, da un lato, ad ogni forma d’Arte riesca a portare il Tango come testimone/risultato di un percorso storico che ha generato una cultura; e dall’altro, ad ogni espressione artistica trovi nel Tango il proprio soggetto di ricerca ed ispirazione. Questo spirito duale informa la sua attività rivolta al Tango e svolta sin dal 2007 come Direttore Artistico ed Organizzatrice di Eventi Culturali e d’Intrattenimento, attività che continua a svolgere fino ad oggi con successo ed entusiasmo.