EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Osvaldo Roldàn

Esponente di spicco del tango argentino milonguero contemporaneo, maestro raffinato ed 'artista filologo', sin dal suo arrivo nel nostro paese nel 1991, e senza interrompere il legame natale con l'Argentina, si è fatto portavoce in Italia ed in Europa del tango danzato. In quanto artista di sottile e intensa sensibilità, è diventato egli stesso 'interprete della tradizione nella modernità di questa danza di origine popolare. L’interesse per la tradizione storica del tango, e per il linguaggio del corpo come forma di comunicazione, fondano la sua attività professionale. La ricerca costante ed accurata informa il suo percorso artistico e lo accompagna, tra l’altro, anche in quello che fa di lui un innovatore: Osvaldo Roldàn traduce il linguaggio spontaneo del tango originario dell’inizio del secolo scorso in un linguaggio “corporale” contemporaneo. Nella storia della tradizione, ma privo di elementi virtuosistici, il suo lessico esclusivo e raffinato è diventato ormai nuova tradizione e punto di riferimento internazionale della cultura del tango argentino, e coinvolge gli appassionati del tango milonguero di tutta Europa. Nasce a Rosario, Argentina. 1984. Comincia a Rosario i suoi studi di tango e folklore con Anibal Panunzio ed entra a far parte del “Ballet de Tango y Folklore Provincia de Santa Fe” diretto da Pannunzio. È ballerino nella trasmissione televisiva “A todo tango” diretta da Enrique Dumás, Canal 5, Rosario. 1986. Perfeziona i suoi studi di folklore con Eduardo Italiano e Cristina Silvera, ed entra a far parte del “Ballet Folklorico de Rosario” da loro diretto. È ballerino in “Argentina para Hispanoamérica” di E. Italiano, C. Silvera e A. Pannunzio, Festival de Cosquín, Cordoba. Ballerino in “Reencuentro” diretto da Jorge Falcyn, Teatro Fundaciyn Astengo, Rosario. 1987. Si incorpora al Gruppo di Tango “Casa 9” diretto da Victoria Colosio. Ballerino in “Vengo a rescatarte tango” di Victoria Colosio. È invitato dalla cittâ di Paso Fundo, Brasile, come insegnante di tango e folklore argentino presso la Compagnia di danza brasiliana “Terra Pampeana”. 1988. È ballerino in “Casilda canta y baila”, Casilda, Santa Fe. Ballerino e coreografo in “Tango en años de luz” con la direzione musicale di Javier Lo Re. 1989. Rappresenta, con Eugenia Calligaro, la cittâ di Rosario nella “Primer Bienal de Arte Joven”, Buenos Aires. Si trasferisce a Buenos Aires, dove continua i suoi studi di tango con vari insegnanti: Gustavo Naveira, Mayoral y Elsa Maria, Antonio Todaro, Pocho Pizarro, con i quali perfeziona lo studio di diversi stili di tango (canyengue, de salòn, ecc.). È ballerino nello spettacolo “Tango mio” di Monica e Luciano Frias, con la direzione artistica di Fernando Soler, Casa de Tango “Tango mio”, Buenos Aires. 1990. È ballerino “Imagenes de tango y folk” con la direzione di Hector Aure e le coreografie di Ana Maria Stekelman, Orchestra di Horacio Salgân, Teatro Pablo Neruda, Buenos Aires. Ballerino nel programma televisivo “Sabados musicales” nello special “Tango y punto” con i cantanti Alberto Podestâ, Roberto Rufino e Nestor Fabian, Canale 2, Buenos Aires. Ballerino in “Homenaje a Hugo del Carril” con la “Orquesta Juvenil del Tango” diretta da Osvaldo Siri, Teatro Municipal de Buenos Aires. 1991. Si trasferisce in Italia, a Milano, invitato da Victoria Colosio, dove inizia la sua attività di insegnamento in diverse città italiane ed europee. È protagonista del video clip per la canzone di Mina “Insieme”. Ballerino nello spettacolo “Tango magico” di Victoria Colosio, Teatro Nobel, Milano. 1992. È invitato dall’Università della danza di Parigi a tenere un seminario internazionale di tango a Chateau de Ligoure, Francia. Insegnante nel video didattico “Tango Argentino”, Fratelli Fabbri Editori. 1993. Crea lo spettacolo “Noche de tango” con Monica Maria ed il gruppo Javier Perez Forte, Andrea Cazzaniga, Edgar Chango González. Ballerino nel video “La penultima verità”, regia di Luca Sartini, musiche di Javier Perez Forte. Da luglio ad ottobre si trasferisce in Argentina, tra Buenos Aires e Rosario dove partecipa come ballerino ospite al “Festival Internazionale del Mate”, Casilda, Provincia de Cordoba. È ballerino ospite di “Arrigo Cappelletti Quartet” con Olivier Manoury al bandoneòn al Jazz Set, Teatro Ringhiera, Milano, e World Trade Center, Genova. 1994. È danzatore ed attore nel gruppo teatrale Metamorphosis con la direzione artistica di Coco Leonardi per lo spettacolo “Il verdetto” di Coco Leonardi. Ballerino e coreografo nella tournée italiana di “Omaggio al tango” con il Quinteto Pulsaciòn Jerez. 1995. È ballerino e coreografo nello spettacolo “Ti racconto tango” ideato con Monica Maria e Coco Leonardi, con la regia di Coco Leonardi, Chiasso, Svizzera. Ballerino e “coreografo ospite” nello spettacolo “La muerte del ángel” di Silvia Vladimivsky e Salo Pasik (Teatro Bellini, Napoli; Latinoamerica EuroFestival, Maschio Angioino di Napoli; Teatro San Filippo, L’Aquila). Ballerino ospite della “Compagnia di danza contemporanea Chorea”, Teatro Duse, Bologna. 1996. Al Bolgia Umana di Milano, organizza con Monica Maria, diverse serate di tango con artisti invitati (Hugo Daniel Cuarteto, Gitango) e si esibisce anche come ballerino e coreografo. Ballerino ospite della trasmissione “I cervelloni”, RAI 1. È invitato a Siviglia, con Monica Maria, da Viento Sur Teatro: insieme tengono seminari di tango e si esibiscono in varie localitâ dell’Andalusia. Presentano lo spettacolo “Te cuento tango” con l’attore Jorge Cuadrelli, Sala Teatral El Cachorro, Siviglia. È ospite, con Monica Maria, del Balletto di Esteban Greco, William’s, Milano. In occasione della presentazione del libro “T come Tango” di Meri Lao, danza, con Monica Maria, in diverse città italiane. Fonda a Milano, con Monica Maria ed altri undici appassionati di tango, l’Associazione Culturale Tangoy, con lo scopo di promuovere e diffondere il tango e la cultura latinoamericana. 1997. È ballerino ospite della trasmissione “Strettamente personale”, TeleMonteCarlo, Milano. Il 9 aprile 1997 balla all’inaugurazione del Nuovo Piccolo Teatro di Milano con il Trio Nuevos Aires e la cantante Isabel María García. Ad Hannover, Fiera mondiale dell’industria, è ballerino nello spettacolo di tango che rappresenta lo stand argentino, con musica dal vivo del Luis Borda Trio. Nell’estate dello stesso anno danza in numerosi Festival: “Artisti in piazza”, Castello Gonzaga, Ostiano; “Villeggiare d’estate”, Villa Sioli, Bussero; “Festival del Laghi ‘97” con Tango Seis, Parco Comunale di Menaggio; “E...state al Chiostro”, con Luis Borda Cuarteto, ex Monastero S.Agostino, Bergamo; “Premio Salvo Randone”, Caltabellotta, Agrigento; “A qualcuno piace corto”, con Garua Tango Ensamble, Teatro Signorelli, Cortona; “Profumo di Tango”, con Trio NoviTango, Verona. È ballerino ospite a “Uno Mattina”, RAI 1, Roma. È coreografo dello spot pubblicitario Playtex 97. 1998. Continua la collaborazione con Novitango ballando in diversi teatri italiani, tra cui il Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche, in occasione della visita ufficiale di Laura Escalada Piazzolla in Italia . Con Luis Borda Cuarteto a Monaco di Baviera e al Palazzo Ducale di Genova. Invitato nuovamente in Spagna, si esibisce in diversi locali dell’Andalusia e tiene un seminario a Siviglia. È ballerino e, con Monica Maria, crea la coreografia per il film “Milonga” di Paolo Breccia, regia di Emidio Greco, con Giancarlo Giannini. È danzatore nello spettacolo “Borges Cafè” di Paolo Pacca, creato in occasione della rassegna Corpo e Scena ’98, regia di Massimo Navone, musica di Luis Borda. È ballerino e coreografo dello spettacolo “Nostalgias: entre tango y fado”, creato in occasione del primo incontro Portogallo-Latinoamerica organizzato dall’Istituto Camões di Lisbona, Oporto, Portogallo. 1999. È ballerino e coreografo nello spot Madras ’99. 2000. Ballerino ed insegnante al Secondo Festival Internazionale di Tango a Roma. 2001. Partecipa alla costituzione del Cafè Caribe, che diventa una delle milonghe più rappresentative del tango milanese. È invitato al II Festival Internazionale di Tango Argentino di Arbora (Or). Partecipa a “Vuelvo al Sur, mescolanza di musica e genti” con Afiches Tango, danza nello nello spettacolo. Scritto e diretto da Hermana Mandelli. Polignano a Mare (Ba). È invitato alla Festa della danza, Festival di Tango Argentino di Brescia. Ballerino nello spettacolo “Emigranti e Tango”, orchestra Hyperion Ensemble, organizzato dalla Regione Liguria con le 4 Provincie liguri. Vengono realizzate 13 repliche su tutto l’arco della Regione Liguria. 2003. Ha danzato per accompagnare la presentazione del libro “La vita non è un tango. Nuove principesse e maschi cenerentoli” di Fausto Manara. 2004. Inaugura a Cagliari “La Settimana Milonguera”, che diventa un appuntamento ricorrente, come da allora altri seminari estivi in tutta Italia. 2006. Con Maria Plazaola, balla e tiene un seminario ad Ostuni, Bari. 2008. Con Milena Plebs, balla e tiene un seminario a Selva di Fasano, Brindisi. 2009. Balla nello spettacolo “Tango Negro Trio y Nuevo Encuentro” con Anna Maria Ferrara, all’Auditorium Niccolò Paganini di Parma, Fondazione Teatro Regio, prod. Mas Que Tango, coorganizzazione con il Comune di Parma. Balla nello spettacolo “Buenos Aires Hoy!” , con Anna Maria Ferrara, all’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Tiene un seminario con Susana Miller a Roma. Partecipa a “Mi Buenos Aires Querido” di Luis Bacalov, con Anna Maria Ferrara, regia di Carlos Branca, coreografia di Anna Paola Bacalov, Teatro Ambra Jovinelli, Roma. 2010. Lo stesso spettacolo “Mi Buenos Aires Querido” di Luis Bacalov, nel maggio 2010 lo trova al Teatro Regio di Parma dove cura anche le coreografie. Sempre nel 2010 partecipa come ballerino e coreografo allo spettacolo “Assenza, Parola e Musica in Tango” di Carlos Branca, regia di Carlos Branca, al Teatro G. Gavazzeni di Bergamo e al Teatro Asioli di Correggio. Al Castello Sforzesco di Vigevano, l’esibizione “Duende y Misterio” è uno degli eventi di “L’Anima del Tango”, progetto pittorico-multimediale di Carina Aprile, in occasione del Bicentenario della Repubblica Argentina. Nel Novembre 2010, a Stresa, partecipa al “Tango y Milonga Art Fest”: balla con Anna Maria Ferrara durante il concerto “Juan Carlos Caceres y Tango Negro Trio”; e tiene classi di Tango e Milonga. 2012. Repliche di “Mi Buenos Aires Querido” di Luis Bacalov al Teatro Gabriele D’annunzio di Latina e al Teatro Auditorium Manzoni a Bologna. Dal 2011 collabora con Monica Maria e Rafael Flores ne ‘Il Laboratorio’ . Dedicato al tango, e novità assoluta nel panorama internazionale, è un incontro mutidisciplinare dentro il tango, dentro un racconto e un viaggio nei suoi aspetti tecnici e coreografici ma anche storici e poetici. Milano, novembre 2011, week-end “ad inviti”; Parma, maggio 2012. Carmín Caffè (Mas Que Tango); Senigallia, gennaio 2013, Divino Abbraccio (Luoghi di Tango). 2014-2015. Collabora con Enza Stagnini, insieme ad Anna Maria Ferrara nella direzione artistica di ‘Tango, mi Amor!’, Fortezza Viscontea, Cassano d’Adda (Milano). 2015. Balla con Anna Maria Ferrara nello spettacolo La Juan D’Arienzo Orquesta, WoPa Temporary, Parma. 2016. Partecipa a “L'eclisse” di Joyce Carol Oates regia di Francesco Frongia, Teatro dell'Elfo, Milano. Nella sua carriera, Osvaldo Roldan ha inoltre collaborato, tra gli altri, con Quejas de Bandoneon, Quintetto Aedon Tango, Hiperion Ensamble, Quintetto Estravagario, Orquesta Minimal Flor de Alma, Juan Carlos Caceres, Sexteto Milonguero, Nuevo Encuentro. Frequenti sono le sue partecipazioni a festival nazionali ed internazionali. Viene inoltre invitato ad eventi , corsi e seminari ad Aosta, Bari, Bergamo, Brescia, Catania, Cavalese, Genova, Istanbul, L’Aquila, Messina, Napoli, Palermo, Parma, Piacenza, Roma, Stoccolma, Todi, Torino, Trieste, Venezia, Vicenza, Viterbo, Zurigo, e Milano, dove attualmente vive e dove ha sede la sua scuola stabile.